Martedì 2 luglio 2013 presso il teatro romano di Spoleto si è svolto il concerto della banda della guardia di finanza, che in realtà è una raffinata orchestra sinfonica di fiati e di percussioni. Nata nel 1926 e attualmente diretta da Leonardo Laserra Ingrosso, si è esibita in prestigiosi teatri nazionali e sedi internazionali: in Roma all’Accademia Nazionale di S.Cecilia e al Teatro dell’Opera; al Teatro Massimo di Palermo, alla Scala di Milano e al San Carlo di Napoli. Nel 2002 in New York , all’indomani dell’undici settembre e in occasione delle Colombiadi, con un suggestivo concerto. 2 luglio 2013 dopo vent’anni esatti dal 3 luglio 1993, anno in cui GianCarlo Menotti invita la prestigiosa orchestra bandistica per un concerto , da essa eseguito, e la convoca per introdurre il concerto finale di quell’anno. Le musiche proposte al romano sono state quelle di Verdi e Wagner , dei quali quest’anno ricorre il bicentenario dalla nascita, e di Pietro Mascagni, di cui quest’anno si festeggia il 150° anniversario della nascita. Musica ricercata coniugata con il tango, la musica da film e il jazz. “ Nessun dorma” mentre la costellazione del carro, saluta la banda nel teatro romano che unisce nel suo semicerchio una città con il suo festival. Gli orchestrali raggiungono il palco, si siedono, salutano il pubblico. Tolto il piumato copricapo, la marcia d’ordinanza e poi la musica. E infine la mano sul cuore mentre risuona l’inno nazionale, fieri di essere figli d’Italia, generosa madre delle arti e scienze.

Sandro Costanzi