Continua con successo la mostra personale di Annamaria Polidori, la cui esposizione è onorata dalla presenza di Alberto Lori , giornalista , formatore ed esperto di comunicazione . Presso il Centro Culturale Poli d’Arte ( Via Duomo 27, Piazza Signoria 5 Spoleto) domenica 14 giuugno 2015 alle h 17.00, verranno presentati i volumi che egli ha dedicato alla psico-quantistica , una trilogia composta da Il Fattore Q, Effetto Quantum e PsicoQuantum.Una teoria che nella psicologia integra la fisica quantistica in una dimensione olistica tanto della uomo quanto dell’universo. Siamo energia animata e composita di coscienza e materia. La teoria di Alberto Lori ruota intorno a questo fulcro tematico, che verrà sviscerato da MariaRutilia Coccetta ( naturalista, biologa e nutrizionista), Ilaria Porziani ( curatrice di eventi ) e Sandro Costanzi ( poeta e teologo). Mai come oggi, in un periodo storico di depressione materiale, filosofica, spirituale, è necessario saper accettare e vincere la sfida del cambiamento, un compito non agevole dato che il nostro cervello è il primo ad opporvisi. Le strutture cerebrali tendono al risparmio. Non hanno alcun desiderio di sprecare energia per dedicarsi al cambiamento intenzionale e consapevole e non tardano a mettere in moto una serie di sabotaggi emozionali e psicologici. E allora? È bene sapere che noi non siamo il nostro cervello. Il cervello è soltanto una struttura materiale che noi usiamo. Siamo qualcosa di più, molto di più. Chi voglia migliorare se stesso deve cominciare prima di tutto col rendersi consapevole degli automatismi. Soltanto in questo modo, infatti, è possibile decidere d’introdurre nei propri modelli di realtà il seme del cambiamento. È condizione indispensabile per noi tutti prendere coscienza che lo spicchio di realtà nel quale viviamo non è frutto di eventi indipendenti da ciascuno, ma che è necessario imparare a creare consapevolmente e intenzionalmente le condizioni idonee non solo per cambiare la propria realtà, ma per gettare le basi di un futuro che non sia unicamente una mera prosecuzione del passato.