Due anni orsono lo Spoleto Meeting Art , nasceva proprio a Todi al palazzo del Vignola come sperimentazione culturale ed artistica e
come emanazione dell’appuntamento annuale dello Spoleto Art Festival. In oltre due anni lo Spoleto Meeting art ha girato per le maggioricittà d’Italia e d’Europa ed ha svolto e vinto un vero e proprio slalom gigante dell’arte e della cultura. Sabato 12 marzo si riparte con lo Spoleto Meeting art Todi a palazzo del Vignola con una mostra con cura e direzione di Paola Biadetti e presentazione del presidente dello Spoleto Art Festival , Luca Filipponi. La rassegna sarà inaugurata alle ore 16 a Palazzo del Vignola e resterà aperta fino al 3 aprile con ben 14 artisti presenti provenienti da ogni parte d’Italia. Nell’ambito della presentazione si svolgerà una piece teatrale dell’attore ed interpreteTernano Stefano de Majo e ci sarà una nota critica dello storico dell’arte ed direttore del centro Polidarte Sandro Costanzi. Molti gli artistipresenti con moltissime attività culturali ed editoriali correlate: il maestro maceratese Silvio Craia, grande amico dello Spoleto Art Festival,la new entry del gruppo Spoleto Franco Barrese, la laziale Cozzini Vano Marisa, la spoletina Giovanna Demegni, l’aretino Gatteschi Lucio,la fiorentina e professoressa della Columbia University Ghelli Subrizi Lilia, l’artista e fotografa romana Roberta Gulotta presente con una mini personale,l’artista romana Iallussi Sevasti che per l’occasione presenterà il suo nuovo catalogo, la veneta Annamaria Ligotti, la professoressa ternana Maria Elisabetta
Perazzini, la toscana Paola Salvestrini, la viterbese Serafini Elisabetta, l’abruzzese Giuseppe Tanzi, il professore ternano Massimo Zavoli presentecon una mostra d’incisioni, acque forte ed acque tinte, pluripremiate in moltissime manifestazioni e presenti anche alla Biennale di Venezia 2016.Tanti maestri con tante anime diverse che lo Spoleto Meeting Art cercherà di promuovere e fotografar e con le parole del presidente Luca Filipponi: ” Ilmiracolo dello Spoleto Meeting Art è quello di trasformare lo spirito competitivo tipico dell’artista e dell’uomo, in sinergie fondamentali per lo sviluppodel gruppo artistico , ma anche e soprattutto dei singoli”.
Vi aspettiamo a Todi a Palazzo del Vignola fino al 3 Aprile.