Quando Pasqua  è …  fiorire d’arte:

I grandi artisti del fumetto e  La passione secondo M. Teresa Romitelli

    A Spoleto la Pasqua del 2010 è stata una ricca e preziosa fioritura delle arti visive.  Si è inaugurata infatti sabato 3 aprile 2010  la grande mostra I grandi artisti del fumetto a Spoleto per l’Abruzzo.  La mostra, voluta  dall’assessore della cultura Vincenzo Cerami , è ospitata presso Palazzo Collicola e durerà fino al 2 maggio, per poi spostarsi  a Perugia al CERP ( Centro Espositivo Rocca Paolina) dal 22 maggio fino al 13 giugno 2010. Alla collettiva  hanno partecipato  ben 90 artisti, tutti grandi esponenti di questa nuova arte, tra cui Milo  Manara , Ron Tandeberg , Ron Wagner  ,  Yves Got, Andrè Barbe e tanti altri.

  Così Cerami introduce un’iniziativa innovativa e fresca, come la primavera; una primavera di rinascita tanto per le pietre quanto e soprattutto per i cittadini dell’Aquila: Con i lavori gli artisti , giunti dall’Italia e dall’estero, Spoleto ha organizzato un’importante mostra-mercato e redatto un catalogo delle opere esposte. Il ricavato delle vendite sarà consacrato al  recupero della trecentesca fontana  di Piazza San Marciano – riprodotta per l’occasione nel manifesto- nel centro storico dell’Aquila. Eco concorde è quello di Janine  Cukiermann, curatrice della mostra,: I disegnatori  e gli illustratori  di fumetti-arte nuova , in piena espansione , creativa e libera- non potevano che  sottoscrivere  e collaborare  a questo progetto donando le loro opere  affinchè la città dell’Aquila , così profondamente  ferita , possa rinascere e ritrovare  il patrimonio  senza il quale  una città  e i suoi abitanti non possono vivere.

   Il linguaggio del  fumetto, artigianalmente multimediale perché associa insieme l’aspetto grafico con la parola e le onomatopee, ben si integra  con la sensibilità dell’uomo odierno  che cerca di captare sensi e significati nella brevità verbale. La funzione dell’arte è quella di creare liberamente la coscienza di una città e delle sue pietre: ben venga il fumetto!

   Accanto a Palazzo Collicola  è sito lo studio di Maria Teresa Romitelli, la quale propone una rassegna intrigante e intensa  di arte grafica. La mostra, inaugurata il 27 marzo e che si concluderà il 18 aprile 2010, è intitolata: La Passione ; Variazioni a quattro mani. Impressioni originali di M.Teresa Romitelli, realizzazione grafica di Paolo Sgroi, maestro incisore di Milano nonché discepolo di Upiglio per la grafica e di Azuma per la scultura, critico curatore della mostra  Loredana Chionne.  Mostra alquanto attuale per l’ostensione del Velo sindonico di Torino che si inaugurerà domani: l’artista ha infatti voluto per questo periodo pasquale un’ esposizione dedicata alla passio Christi, che laicamente è anche passio humanitatis.

    Il tutto nasce da un Cristo percosso e  sospeso dal peso della morte inciso in una lastra del ’72, la quale è stata stampata insieme ad altre lastre:  la corrosione della materia ben si sposa con il glorioso oro bizantino;  i poli entro cui si evolve l’arte della Romitelli. Una via crucis in cui ogni stazione è un insieme studiato, meditato e soprattutto  vissuto. Spesso nelle tele   di quest’artista si trovano fratture, ali violentate e silenzi urlati nella trascendenza: ora tutto ciò è una persona, non più un idea. Il Cristo passionato per la Romitelli è quindi la  passione di ogni uomo per i grandi valori universali che trascendono la sua stessa esistenza  particolare.

Sandro Costanzi