Powered by Max Banner Ads 

Spoleto, 24 settembre. Il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto “A. Belli” continua la programmazione della Stagione 2013 con il concerto liederistico, intitolato “Lieder & Lieder 8” Intorno al Lied romantico su testi di Goethe a cura di Michelangelo Zurletti e Giorgio Bongiovanni. In programma brani del repertorio liederistico di Schubert, Schumann, Brahms e Wolf. Lo spettacolo quest’anno interamente incentrato su Goethe, andrà in scena nella Sala Conferenze al piano terra del Teatro di San Nicolò mercoledì 25 settembre alle ore 21.00 e si conferma altro appuntamento imperdibile del calendario musicale dell’Istituzione lirica umbra.
A dar voce ai meravigliosi lieder come sempre i giovani protagonisti vincitori del Concorso Europeo di Canto, mentre le letture saranno affidate a Giorgio Bongiovanni, reduce dal successo di “Grilletta e Porsugnacco”.
Come sottolineato dalle note di Michelangelo Zurletti Direttore Artistico dello Sperimentale: “Lo Schubert adolescente che aveva spedito a Goethe le sue due opere prime, due Lieder su poesie, appunto, di Goethe non avrebbe immaginato che quei suoi due lavori, Erlkönig e Gretchen am Spinnrade sarebbero diventati due capolavori non solo del repertorio liederistico ma di tutta la storia della musica (o forse lo immaginava, lo sperava, come può immaginarlo un adolescente innamorato della sua arte). Ma il pacco non giunse a Goethe, giunse a Zelter, consulente musicale del poeta, e Zelter non ebbe molti scrupoli di fronte a un involto spedito da un adolescente, lo ignorò. Zelter non era cattivo musicista ma aveva un orecchio facilmente orientabile sulle celebrità già acquisite. Da qui muove il nostro annuale Liederabend e poichè accanto a un poeta come Goethe non si possono ammettere minori si è pensato di organizzare l’intera manifestazione nel nome di Goethe e di fornire così all’ascoltatore un percorso solo, da delibare fino in fondo. Perché non c’è dubbio: i musicisti possono essere diversi ma l’ammirazione per il grande poeta è una sola”.
La Stagione Lirica e le attività del Teatro Lirico Sperimentale sono rese possibili grazie al sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Spettacolo dal Vivo, Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comune di Spoleto e grazie anche al contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, Banca Popolare di Spoleto, Casse di Risparmio dell’Umbria, Camera di Commercio di Perugia, Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini.
Si ringraziano per la collaborazione anche Segni Barocchi Festival di Foligno, Festival delle Nazioni di Città di Castello, i Comuni di Perugia, Assisi, Città di Castello, Todi, Orvieto, Foligno, l’Associazione “Amici della Lirica di Perugia”, VUS Valle Umbra Servizi SpA, Coop Centro Italia, Monini SpA.
Presidente Carlo Belli, Vice Presidente Maria Chiara Rossi Profili
Direttore Generale Claudio Lepore, Direttore Artistico Michelangelo Zurletti

  • 14 Commenti
  • Raccolta di: Arte
  • Dopo l’atteso debutto alla 56esima edizione del Festival dei 2Mondi di Spoleto, domani 25 settembre, approda allo studio Melato del Piccolo Teatro di Milano lo spettacolo “Martini: il Cardinale e gli altri” di Marco Garzonio, con adattamento, drammaturgia e regia di Felice Cappa e con Giovanni Crippa e Lucilla Giagnoni. Lo spettacolo, nato da un progetto di Spoleto56 Festival dei 2Mondi e Fondazione Corriere della Sera e prodotto da CRT Milano, racconta attraverso le parole, le immagini e i luoghi di Martini, come il Cardinale abbia fatto il vescovo a Milano, come abbia assunto il ruolo di profeta dei nostri giorni e risposto alle domande del contesto culturale e sociale sulle questioni più scottanti.

  • 33 Commenti
  • Raccolta di: Arte
  • Aspettando lo Spoleto Festival Art 2013…

    Finale con grandi firme allo Spoleto International Art Fair per il 2013. Oggi (21 settembre) alle 17 presso Palazzo Leti Sansi in piazza del mercato partirà l’evento “Psyco Mito”, le creazioni caratterizzate da simboli e creature fantastiche di Alba Gonzales, recentemente in mostra a Roma Lungotevere. L’evento rimarrà a Spoleto fino al 16 ottobre. Alle 18.15 si inaugura alla Sala Orafi di via Saffi, presenti dal 21 settembre al 3 ottobre, “Sofia tra una luna e una melagrana”, personale di Maria Conserva. Nelle sue tele un sottile gioco pittorico fra sogno ed elementi derivanti dallo studio di Cézanne ed altri classici. Alle 19, alla Manna d’Oro in piazza Duomo, l’evento “ Viaggio nella spiritualità”, con le opere dell’artista Davide Foschi, che saranno in mostra dal 21 settembre al 9 ottobre. Fra i suoi temi il sentimento religioso che diventa riflessione filosofica ed esistenziale sui mondi paralleli e sulle visioni. Anche l’evento del maestro Foschi, come quello della Gonzales e la personale della Conserva, saranno presentate direttamente dal direttore artistico della manifestazione Giammarco Puntelli. Grande soddisfazione per il presidente di Spoleto Festival Art Luca Filipponi che chiude una manifestazione ed è pronto a lanciare l’Expo di Spoleto nel Chiostro di San Niccolò dal 27 al 30 settembre.

  • 0 Commenti
  • Raccolta di: Arte
  • Strappi di Luce opere di Adriana Pignataro

    Artista di grande rilievo artistico per la sua costante ed approfondita ricerca nell’Astrazione in pittura e nel riutilizzo dei materiali ,Adriana Pignataro espone per la prima volta alla Polid’Arte di Spoleto ,che portano come dice il titolo della sua mostra una ventata di Luce e di Cielo sulle pareti della Galleria,forti squarci di oro,ferite di rosso,si aprono sulle tele lasciando spiragli di bianche nuvole : una mostra che sarà presentata il 21 sabato alle ore 17,00, dal critico famoso Prof.Giorgio Bonomi.

  • 0 Commenti
  • Raccolta di: Arte
  • ADRIANA PIGNATARO : STRAPPI DI LUCE

    Il Centro Culturale Poli d’Arte ( Via Duomo 27, Piazza Signoria in Spoleto) sabato 21 settembre 2013 alle ore 17,00 inaugura la mostra personale di Adriana Pignataro, intitolata “ Strappi di luce”. Nelle opere di Adriana Pignataro, che lavora tanto con la carta quanto con il plexiglass e gli specchi, la storia s’illumina di spiritualità alla luce di una dinamica orientata. E’ proprio la luce a evidenziare il tacito codice che la storia scrive sulle carte, raccolte e installate per la memoria degli eventi avvenuti. Il nero e l’oro sono gli opposti che vanno a colloquiare con i bianchi, gli azzurri , i grigi sfumati, il rosso e il marrone. Altamente simbolici anche i formati delle tele, che in genere sono il quadrato e il rettangolo verticale. L’occhio è quindi invitato a cercare tra le stratificazioni della storia varchi di luce. La mostra, iniziata il 14 settembre, termina il 6 ottobre 2013 ; è promossa da Maria Letizia Cassata e verrà presentata dal noto critico Giorgio Bonomi.
    CENTRO CULTURALE POLI D’ARTE , SABATO 21 SETTEMBRE H. 17,00, 2013
    Sandro Costanzi

  • 29 Commenti
  • Raccolta di: Arte
  • Claudio Perri: Tempio della sapienza

    VITTORIALE DEGLI ITALIANI
    Gardone Riviera (BS)

    Il Presidente Giordano Bruno Guerri presenterà l’opera “Tempio della Sapienza – L’allegoria dell’Autunno” dello scutore Claudio Perri, ricavata dai volumi dell’Edizione Nazionale delle Opere di Gabriele d’Annunzio.

    L’opera farà parte della collezione del Vittoriale.

    Domenica 8 Settemre, ore 17

  • 0 Commenti
  • Raccolta di: Arte
  • PLANETE TERRE de GABRIELLA GIURIATO

    Di Claudia Sugliano

    Al suo debutto nel Principato di Monaco, sotto l’egida del Comitato Nazionale Monegasco dell’A.I.A.P. – U.N.E.S.C.O., di cui è membro, Gabriella Giuriato si presenta con una significativa scelta di opere degli ultimi anni, a cui si aggiungono quattro lavori inediti. Il “Pianeta Terra”, che da’ il titolo alla mostra, è al centro dell’interesse dell’artista veneziana, “pittoscultrice, collagista, grafico”, ben conosciuta per il suo “Mondo di Sfere”. La forma sferica, carica di suggestioni e simbologie, è stata sin dall’inizio protagonista di sculture lignee o in cartapesta, lavorate nelle tecnica del collage, ma anche sottoposte a tagli, interventi materici, inserimenti di materiali legati alla contemporaneità, quali frammenti di CD o luci. Sulle sfere, come nelle opere pittoriche e grafiche, spesso svettano grattacieli, segni distintivi delle città del XXI secolo e, dunque, moderni emblemi del nostro pianeta. Ne sono un esempio le tre nuove opere, “Torri”, “Sottosoprasotto”, “Prua”, presentate a Monaco, insieme alla candida sfera “Pianeta terra”, a sfere ormai classiche, quali “Il Crollo e la Ricostruzione”, “Che pianeta sarà” del 2006, “Mani sul Mondo” (2007). La ricerca dell’artista si è anche rivolta ad interessanti sperimentazioni nel campo della grafica eseguendo monotipo come “Towers” e “Twin Towers” (2011).

    Claudia Sugliano

    Al vernissage della mostra che si terrà, Martedì 1 ottobre alle ore 18,30, si potrà degustare il Sauvignon Segrè Doc Collio, gentilmente offerto dalla Cantina Castello di Spessa di Capriva del Friuli.
    Sarà presente l’artista

    Comité Nationale Monégasque de l’Association Internationale des Arts Plastiques auprès de l’U.N.E.S.C.O.
    Espace d’Art – 10, Quai Antoine 1-er . (1 piano), Port de Monaco, Principato di Monaco
    Tel. +377 97 70 26 72
    1 -11 ottobre 2013
    Orario: lunedì-venerdì 16,30-19,30

    Catalogo in Galleria

  • 35 Commenti
  • Raccolta di: Arte
  • Di  Antonella Manni

    Esperienze di recupero dei monumenti, lavori di ingegneria e interventi in emergenza realizzati a Spoleto, Orvieto, in altre città dell’Umbria, d’Italia e all’estero

    Domenica 8 Settembre 2013, ore 17.30

    Domenica 8 settembre 2013 alle ore 17.30 nelle sale della Galleria Polidarte di Spoleto (Piazza della Signoria) l’architetto Giorgio Flamini presenterà il libro di David Manni “Restauro e nuove tecnologie”: non solo un manuale dedicato a quanti si interessano di restauro ma anche una raccolta di memorie, documenti, disegni e fotografie di un personaggio eclettico, protagonista di straordinarie esperienze di recupero dei monumenti, lavori di ingegneria e interventi in emergenza realizzati a Spoleto, Orvieto, in altre città dell’Umbria, d’Italia e all’estero.

    David Manni è nato nel 1931a Spoleto, città in cui si è diplomato geometra. Emigrato in Australia ha svolto lavori di carattere ingegneristico dal 1961 al 1963: tra i più rilevanti, ha diretto la realizzazione della centrale idroelettrica del Barron River in North Queensland. Al suo ritorno in Italia, dopo esperienze sia nella ristrutturazione di edifici storici che nel campo dell’ingegneria meccanica (ha collaborato anche alla preparazione di auto da corsa della Formula Italia per i piloti Mauro Gasperini, Zefferino Monini e Roberto Zengoni), ha conseguito nel 1985 la qualifica di “Addetto alla manutenzione del patrimonio edilizio” grazie ad un corso triennale promosso dal Consorzio economico e urbanistico di Spoleto, presieduto dal professor Bruno Toscano, e dalla Regione dell’Umbria. Ha collaborato per diversi anni come consulente con la ditta di restauro Tecni.Re.Co. durante le operazioni di sgombero delle opere d’arte in occasione del sisma del 1997 e realizzando progetti per il recupero di importanti monumenti come quello del rosone della cattedrale di Spoleto o del portale della basilica di San Salvatore nella stessa città. A quest’ultimo è stato attribuito il primo premio al concorso nazionale “La cazzuola d’oro” svoltosi a Torino nel 2003. Nel 2009, a 77 anni, David Manni si è laureato in “Restauro dei Beni architettonici” alla Facoltà di Architettura dell’Università La Sapienza di Roma con il professor Francesco Paolo Fiore.

  • 0 Commenti
  • Raccolta di: Arte
  • Di Luca Filipponi

    A fine agosto Spoleto International Art Fair propone tre mostre sempre a Spoleto che saranno inaugurate sabato pomeriggio dal presidente Luca Filipponi e dal direttore artistico Giammarco Puntelli. Il tutto prenderà il via alle 17 con l’inaugurazione a palazzo Laurenti della collettiva “Linguaggi e riflessi di comportamenti” curata dal direttore Giammarco Puntelli. In mostra opere di Armando Xhomo, in una versione tendente al pop, Riccardo Luchini, con le sue rappresentazioni urbane in movimento, Davide Foschi, con il tema su Leonardo da Vinci e il suo “Io ti proteggo”, Riccardo Licata e il suo linguaggio dei segni, Alessandro Giorgi con due lavori in marmo dipinto sul linguaggio e la matematica, Mohamad Sazesh con incontro fra uomo e spiritualità, Mark Kostabi e il suo raffinato “surrealismo”, Giuseppe Colucci con la inconfondibile tecnica di rappresentare la luce dentro l’essere umano, Daniela Zocca con opere ispirate a grandi maestri in chiave pop tutta personale, Gene Pompa con la sua tecnica Dynamic Field Painting e un’opera ispirata al lavoro di Fontana, Alberto Volpin che porterà a Spoleto da Venezia grandi tele con la magia e la fantasia dei suoi supereroi legati a contesti storici e urbani, PAT ovvero Giancarlo Rampazzo e la sua tecnica Fusion Painting, un artista unico nel suo genere che fa della sperimentazione il tema dominante della sua arte con la presenza dell’opera Flamenco, suoi lavori saranno nel prossimo film di Checco Zelone. E poi Luciano Preti con le sue navigazioni e la sua mitologia personale, la storia di un artista vero e attento come Valan e gli astratti e le sperimentazioni di Silvio Craia, Valerio Giuffré, Evelina Marinangeli, Martino Bissacco, Giorgio Flis, fino al “Made in Italy” di Tony Carioca. Alle 18 presso la sala Orafi di via Saffipromosso dall’associazionme Montemarte di Terni ci sarà l’evento di Amerigo Dorel. Il grande scultore raggiunge la città di Spoleto portando le sue recenti creazioni, autore di importanti monumenti come quello al generale Dalla Chiesa, Dorel porterà il senso di fermare nel tempo e nello spazio sentimenti, attimi, identità. A palazzo Leti Sansi in piazza del Mercato alle 19 la collettiva organizzata da Artinvest di Torino con la selezione di artisti internazionali fatta da Roberto Girardi. Fra gli artisti che espongono ricordiamo Osvaldo Trombini con i suoi pensieri che diventano colore infinito, le atmosfere surreali e simboliche di Katarzyna Jasiukiewicz, le sperimentazioni e la ricerca di Vittoria Palazzolo, Martino Bissacco, Giorgio Flis, il lavoro a collage di Antonio Saporito, l’arte che diventa composizione inaspettata in nome della storia e dei suoi oggetti di Viviana Greganti, le atmosfere surreali e da sogno di Silvia Caimi, la lezione di Balthus rivista in totale autonomia firmata Bruno Filacchione, la ricerca tematica di Moshkalo Gennady e la figurazione fra animo e corpo di Renata Ferrari. In questa tornata di presentazioni anche un’anteprima nazionale della presentazione del libro di Valerio Giuffrè La NeoAporia Edizioni Si. L’artista , presente con varie opere completa la rassegna, con la presentazione intervista della Neo-Aporia, ultimo successo editoriale dell’artista, medico e filosofo romano che propone la sua psico-arte come rimedio dei mali della società contemporanea.

  • 0 Commenti
  • Raccolta di: Arte
  • Il Centro Culturale Poli d’Arte ( Via Duomo 27, Piazza Signoria in Spoleto) venerdì 30 agosto 2013 alle ore 17,30 inaugura la mostra personale di Adriana Sotèro, artista già attiva dal 1967. Pittrice, ma ancor prima grafico e disegnatrice, raffinata e preziosa che proporrà presso il Centro Culturale Poli d’Arte i primi 22 Tarocchi , che sono detti anche “ arcani maggiori”(gli altri 46 sono gli arcani minori). Un surrealismo metafisico che sposa un erotismo satirico e simbolico; impreziosito dall’olio finemente steso e cesellato, in cui troneggia la femminilità , declinata in tutta la sua grazia e in tutta la sua malizia. La mostra , apertasi il 23 agosto, si conclude domenica 8 settembre 2013 e si inaugura con una pièce teatrale di Luis Gabriel Santiago, il quale nel 2003 fonda l’Accademia Europea della Fanta Fantascienza e realizza spettacoli , pubblicazioni e non solo per l’ Estate Spoletina degli anni 2003 e 2004. Per l’occasione l’attrice Corinna Lo Castro metterà in scena di L.G. Santiago: “ Matti, Bagatti e & C. ovvero La commedia degli arcani”.

    CENTRO CULTURALE POLI D’ARTE , VENERDI 30 AGOSTO H. 17,30, 2013
    Sandro Costanzi

  • 0 Commenti
  • Raccolta di: Arte